«Mi piaceva l’idea di fare la Rockstar» – iPodmania intervista ANDREA NARDINOCCHI

Dopo aver parlato del suo album d’esordio, Il Momento Perfetto, iPodmania intervista Andrea Nardinocchi, cantautore bolognese e promessa del pop italiano slegato da ogni genere e definizione, reduce dalla pubblicazione del disco e dal Festival Di Sanremo, a cui ha partecipato nella categoria Giovani. Scopriremo le sue tecniche dal vivo, gli strumenti che adopera per i suoi inusuali show, le canzoni che ama, la preparazione al festival. 

Prima di tutto: Come stai? Come ti stai trovando in questa giostra totale che è quest’ultimo periodo?

È una sensazione strana perché sto facendo quello che volevo fare, fondamentalmente, quand’ero piccolo, cioè, mi piaceva l’idea di fare il cantante, la rockstar, ecco. Quindi sto un po’ facendo quello: viaggiare, fare interviste, promozione… …tutto che parte, ovviamente, dal lavoro sulla musica. È come vivere un po’ in un film, come un sogno che avevo immaginato tanti anni fa.

l’intervista con Andrea Nardinocchi continua qui

Continua la lettura di «Mi piaceva l’idea di fare la Rockstar» – iPodmania intervista ANDREA NARDINOCCHI

Andrea Nardinocchi – Il Momento Perfetto [recensione]

IN ATTESA DELL’INTERVISTA RILASCIATA AD iPODMANIA , RECENSIAMO L’ALBUM D’ESORDIO DI ANDREA NARDINOCCHI.

PRESTO, SU QUESTE PAGINE, L’INTERVISTA!

Ora ditemi che non c’è innovazione nel pop. Perché nell’indie-underground (Rockit insegna) ce n’è e va tutto bene, ma nel pop è rara da trovare. O forse non la cerchiamo abbastanza? L’anno scorso in radio arrivò una canzone pop abbastanza inusuale, non afferrabile al primo ascolto, ma al secondo sembrava già entrava in testa. Nome: Andrea Nardinocchi. Genere: Boh. Non si può scegliere, provateci e fatemi sapere. Io in iTunes ho “pop” ma è riduttivo. Decisamente. Andrea dopo Un Posto Per Me, ha atteso un po’ e ha appena pubblicato, in piena giostra Sanremese, il suo album d’esordio il cui titolo coincide anche con il tempo scelto per l’uscita: Il Momento Perfetto. Non un EP raffazzonato e confezionato di fretta, ma un full lenght album pensato e concepito con cura. «Mi dicono scrivi, ma ho il cuore spento» è il verso in cui è racchiusa la possibile e comprensibile ansia da prestazione del giovane cantautore bolognese nel periodo del mentre: dopo la pubblicazione del primo singolo e prima della pubblicazione dell’album.

Continua la lettura di Andrea Nardinocchi – Il Momento Perfetto [recensione]

iNew: Saver – Il nuovo video in esclusiva per iPodmania

Continua il viaggio di iPodmania tra gli artisti emergenti. Il secondo frutto della collaborazione con LibereVociFestival è l’artista che vi presentiamo in questa puntata della nostra rubrica iNew: Saver, 27 enne cantante e performer Napoletano, un’interessante via di mezzo tra pop, cantautorato leggero ed innesti elettrici. Il nostro, ha un curriculum lunghissimo alle spalle e un’immensa voglia di fare e di darsi da fare nel mondo della musica. È il vincitore del premio iNew promosso da noi all’interno del LibereVociFestival grazie alla votazione popolare sul sito del contest canoro e ha già pubblicato un anno fa il suo primo EP Il Sorriso Che Hai Tradito ed è in uscita un nuovo singolo: Libero Da 1-Ora, il cui video è in anteprima assoluta IN ESCLUSIVA per noi di iPodmania. Andiamo a conoscere Saver e il suo mondo musicale nella nostra prima intervista, dopo il salto insieme al videoclip di Libero Da 1-Ora.

Continua la lettura di iNew: Saver – Il nuovo video in esclusiva per iPodmania

Francesca Michielin «Riflessi Di Me» [recensione]

Il più grande limite degli artisti spuntati fuori dai talent show, si sa, è la credibilità e la durata del loro progetto discografico. Francesca Michielin è una diciassettenne che nel suo passato ha tante ore spese sul pianoforte e al basso, e (ma è marginale) la vittoria della quinta edizione di X Factor (la prima su Sky) e un singolo, Distratto, che debutta alla #1 in classifica e prende due platini download. Il successo improvviso la porta anche a vincere il Premio Videoclip Italiano e ad esibirsi a Sanremo 2012 in duetto con Chiara Civello e a performare anche ai TRL Awards 2011 di MTV davanti a non-so-quante-mila persone, facendo un figurone Con soggetti simili, la vittoria di un talent è una riga in più sul curriculum. L’album Riflessi Di Me non ha neanche la più lontana ombra del talent targato SkyUno, anzi. La produzione, curata da Elisa e Andrea Rigonat (insieme a molti grandi nomi del songwriting come Roberto Casalino, Matteo Valicelli oltre alle stesse Elisa e Francesca), è stata molto attenta a creare un progetto reale, solido, duraturo, a far uscire un disco vero e bello a prescindere dalla provenienza artistica dell’interprete, rendendolo molto simile alla ragazza che ne è protagonista. Continua la lettura di Francesca Michielin «Riflessi Di Me» [recensione]

Il Festival di Sanremo e la vittoria dei “talent”

Sabato si è concluso il Festival della canzone italiana di Sanremo, con la vittoria di uno dei “soliti noti” Marco Mengoni. Quest’anno il festival (per quel poco che ho sbirciato) è stato più carino degli altri anni, forse anche grazie alla presenza di una Luciana Litizzetto che in coppia con Fabio Fazio ci ha fatto divertire tra una canzone e l’altra. Finalmente forse si è capito in che direzione bisogna andare con il Festival, inserire dell’ironia e sdrammatizzare il format che negli anni era diventato troppo serio e monotono, nonostante la presenza di personaggi come Bonolis che avevano portato un po’ di allegria. 

Purtroppo però da qualche anno, i vincitori del Festival di Sanremo, a parte una felice interruzione con la vittoria di Roberto Vecchioni nel 2011, sono tutti frutto dei talent show.

Per carità niente contro i talent show, se c’è qualcuno che vuole passare le serate davanti ad una TV a vedere certe cose è liberissimo di farlo, di spendere i propri soldi a televotare e poi successivamente ad idolatrare personaggi costruiti artificialmente, nessuno lo vieta, nessuno vi vieta di gustarvi litigi costruiti ad arte solo per fare audience, nessuno.

Non vorrei essere troppo critico, ma francamente non sopporto i personaggi venuti fuori dai talent, gente poco preparata, che non ha fatto una gavetta musicale, che non è emersa grazie alla loro qualità, ma semplicemente per il fatto di essere stato o meno più scaltro di un altro in una trasmissione televisiva che ha come obiettivo creare una moderna arena mediatica che di qualità ha ben poco. Il problema fondamentale secondo me è che ci manca una scelta, anzi forse ci manca la voglia di scegliere, di cercare degli universi musicali, ma per comodità e pigrizia è meglio uniformarsi a quello che ci viene propinato da mamma tv… Là fuori, otre lo schermo del vostro televisore, ci sono artisti di talento che aspettano solo di farvi ascoltare la loro musica, andate, uscite, e soprattutto ascoltate.

Ecco, allora io vorrei che il Festival di Sanremo fosse davvero una fornace di talenti, un trampolino di lancio, come è stato in passato per gente “sconosciuta” (no talent in tv) tipo Adriano Celentano (1966), Vasco Rossi (1983), Zucchero (1985), Carmen Consoli (1997), Negramaro (2005), vorrei che non fosse per “contratto” riservato un posto tra i big della canzone al vincitore di Xfactor, vorrei che un posto al Festival di Sanremo, fosse conquistato con le unghie, conquistato con le serate nei pub, nelle balere, e non a colpi di sms da un divano di casa grazie ad un business compiacente. 

Music is love!

È arrivato Spotify, ma che figata!

Spotify in ItaliaÈ arrivato Spotify, ma che figata! Scusate il titolo da adolescente brufoloso, ma nonostante i miei 41 anni, questo Spotify mi ha conquistato. Molti di voi diranno che non ne sentivamo la necessità, Cubomusica, Playme e altri fanno la stessa cosa, probabilmente si, ma a me piace questo Spotify, l’interfaccia è abbastanza buona, anche se bisogna perderci qualche minuto per capire come funzionano alcune cose, ma dopo è tutto un godimento. Ma che cos’è Spotify? Musica, musica in streaming, gratuita (o a pagamento, dipende da voi), legale e tanta. In streaming significa che voi aprite il programma (gratuito) Spotify (scarica da qui) e dal vostro computer via internet potete sentire tutta la musica che volete, oltre 20 milioni di brani da ascoltare senza sosta. Gratuita vuol dire che fino a quando ascoltate la musica dal vostro Pc o Mac non spendete nulla, ascoltate e basta a breve arriveranno gli annunci pubblicitari (Spotify free), poi se invece la pubblicità vi disturba, vi basta pagare 4,99 euro al mese e non avrete la pubblicità a disturbarvi (Spotify unlimited), se invece volete accedere all’enorme libreria musicale di Spotify anche in mobilità e ad una qualità del suono più elevata, ed accedere alle proprie playlist anche in offline, con un abbonamento mensile di 9,99 euro la vostra musica preferita sarà sempre con voi grazie a Spotify premium

Il bello di Spotify, e questo secondo me lo fa’ diventare un servizio unico nel suo genere, è la sua componente social che consente di condividere e quindi di scoprire le canzoni preferite dai vostri amici, finalmente allargare i propri orizzonti musicali non sarà più così difficile, io lo sto’ utilizzando da poche ore ed ho già scoperto canzoni bellissime che non conoscevo prima e che ho aggiunto come preferite ad alcune playlist. Provatelo e fateci sapere nei commenti cosa ne pensate.

Music is Love!

Nesli «Nesliving vol.3 – Voglio» + «Come A Natale (Chitarra e voce 1)» – (Recensione Doppia)

nesliNoi siam qua a pensare ai generi musicali, alla discografia che fallisce, e nessuno pensa seriamente a soluzioni per salvare il tutto. La strategia migliore, forse, è fregarsene. Delle etichette, dei vincoli che ci si impone senza alcun motivo reale. Uno di questi è l’artista di cui vi parlo, che proprio grazie alla libertà espressiva è diventato ciò che è. Vi avviso, inoltre, che questa recensione sarà completamente priva delle parole Fratello e Fabri FibraNesliving Vol.3 – Voglio era attesissimo dalla fanbase di Nesli, al secolo Francesco Tarducci, da un decennio sulla scena Rap, ma con una marcia in più. Il suo non è Rap, non lo è più da un po’, da quando ha capito che la sua poesia avesse tutte le carte in regola per diventare altro. Così come un artista può essere altro, può pubblicare singoli senza limiti di album, può incontrare i fan in oltre 60 città, può regalare versioni alternative delle proprie canzoni, può leggere i commenti e ascoltare i fan pubblicando gli accordi per chitarra di un brano. Può rischiare il suo passato indie concedendo a un artista sfacciatamente pop come Tiziano Ferro di cantare il suo brano più celebre e bello, La Fine, per puro amor di musica e per il gusto di ascoltare le proprie parole e note cantate da 55.000 persone allo Stadio Olimpico. E comunque uscirne illeso. Perché?

Continua la lettura di Nesli «Nesliving vol.3 – Voglio» + «Come A Natale (Chitarra e voce 1)» – (Recensione Doppia)

X Factor 2012, tutti gli EP (multirecensione)

altIniziato il 2013, possiamo dire che una delle cose che musicalmente, in Italia, ha segnato l’anno appena concluso è, senza dubbio la sesta stagione (dei record) di X Factor. La corazzata Sky messa in gioco verso la ricerca della nuova popstar italiana, ha certamente avuto un risultato tangibile, in termini di popolarità e anche di qualità. Mai nessuna edizione di XF ha avuto questo successo di ascolti, voting, applausometri e anche la precisione chimica della produzione dello show è innegabile. Dal (bravissimo, oltre ogni complimento) conduttore Alessandro Cattelan, fino ai quattro giurati Simona Ventura (stratega e furba), Arisa (sfortunata e di cuore), Elio (combattivo e testardo) e il vincitore dei primi due gradini del podio, Morgan, disposto a tutto per amor di musica. Quest’anno, il talent ha già regalato alla discografia diversi prodotti, tra EP e singoli inediti e daremo un’occhiata a tutti questi, a prescindere dalla vittoria schiacciante della meravigliosa Chiara Galiazzo, mostrando pregi e difetti di ogni produzione musicale targata #XF6

Continua la lettura di X Factor 2012, tutti gli EP (multirecensione)

Musica gratis per svegliarsi il lunedì mattina… Mercedes Benz MT

mercedes benz mixed tape 49Lunedì mattina, non ho proprio voglia di fare un bel niente, nonostante di cose ne ho da fare. Anche girare a vuoto su Facebook (approposito, siete diventati fan della nostra pagina?) non è fonte d’ispirazione, ma solo di noia. Per fortuna ad un certo punto è apparso il post della Mercedes Benz che proponeva il download della nuova versione del loro Mixed Tape n° 49.

Ci voleva proprio una ventata di musica nuova per svegliarmi da questo torpore noioso, da questa apatia generale che anche il mondo lì fuori non ti aiuta a superare. Come al solito i Mixed Tape della Mercedes Benz sono una ventata di freschezza, sai come quando la mattina di lavi la faccia con l’acqua gelida… ecco, proprio così, una botta di vita all’improvviso, suoni nuovi o almeno diversi da quelli che ascolti di solito. Quindi nuovo post su iPodmania.it (era tanto che mancavo) e giù, anzi sù con il volume. Musica a manetta. Potete scaricarla gratuitamente dal sito MB by Mercedes Benz. 

Gli artisti di questa edizione sono: Young, New Spell, Audiophil, moon River, Dpbts!, Leanne Kelly, Daniel Pain, TimsDepartment, Warm Speakers, Odd Hugo.

12 giorni di regali per iPad, iPhone e iPod touch

regali itunesOk il mondo non è finito (almeno per ora), il Natale è passato ed adesso si vivrà un altro anno in attesa di un altro Natale… sperando che tra l’uno e l’altro le cose migliorino… 

Nel frattempo consoliamoci con qualcosa di gratis… Sull’App Store infatti è possibile trovare l’applicazione 12 giorni di regali iTunes, dove dal 26 dicembre al 6 gennaio, ogni giorno riceverete un regalo speciale targato iTunes store, musica, video, applicazioni, libri e quant’altro disponibile per il download su iTunes. Approfittatene è gratis, al massimo direte, no grazie, non mi piace 🙂

L’applicazione è compatibile con iPhone, iPad e iPod touch ed è possibile scaricare i regali anche dal proprio Mac/Pc

musica e dintorni