Archivi tag: android

Sony lancia Music Unlimited anche in Italia – Prove tecniche di streaming online

Sony ha lanciato un proprio servizio di musica online, più precisamente di streaming illimitato e denominato Music Unlimited by Qriocity. Da qualche giorno è possibile iscriversi anche qui dall’Italia, consentendo l’accesso ad un catalogo di circa 6 milioni di brani. La fruizione dei contenuti può avvenire da qualsiasi PC/Mac e da alcuni dispositivi Sony come i televisori Bravia, Playstation 3 e prossimamente anche cellulari Sony Ericsson basati su Android. Sono presenti due tipologie di abbonamento: quella basic è in offerta a 3,99 euro al mese e consente l’accesso ad una serie di webradio online, con funzione di ricerca dei brani mentre quella full a 9,99 Euro/mese è una sorta di servizio di musica in the cloud, con accesso senza limiti ed archiviazione remota dei propri brani preferiti. Non abbiamo modo di provare fisicamente il servizio, quindi lasciamo a voi ogni giudizio sull’eventuale convenienza delle formule di abbonamento. Letto su Tom’s Hardware [Scritto da IL_MORUZ]

Verizon presenta il nuovo iPhone 4 per reti CDMA – Le novità di rilievo

Oggi 11 gennaio è stata presentata una versione particolare di iPhone 4, destinata al solo mercato USA e vincolata al carrier telefonico Verizon, e che si basa sulla rete CDMA, uno standard qui in Europa che non esiste. Letta così la notizia potrebbe essere insignificante per noi italiani ma ci sono alcune differenze rispetto al modello da noi in commercio che possono suscitare  interesse. Per prima cosa a livello estetico e anche funzionale ci sono due piccole dissomiglianze: la prima riguarda gli inserti in gomma che percorrono la fascia laterale in metallo e che sono stati accusati colpevoli dell’Antenna-gate ovvero il calo di ricezione dovuto all’uso di un antenna perimetrale. Nell’iPhone 4 di Verizon sono comunque presenti, disposti in maniera leggermente diversa e che dovrebbero sopperire ai precedenti problemi. Altro importante aspetto è l’assenza di uno slot per micro-sim: quest’estate si era vociferato della volontà di Apple di far uso di sim programmabili e non removibili per eliminare questo componente dall’iPhone ma in questo caso è il funzionamento della rete CDMA che non richiede una SIM (non sappiamo come sia possibile, sicuramente in fase di acquisto e sottoscrizione dell’abbonamento verrà effettuata l’abbinamento del codice IMEI o altro dato al nominativo dell’acquirente).

Continua la lettura di Verizon presenta il nuovo iPhone 4 per reti CDMA – Le novità di rilievo

Trip Journal in offerta gratuita fino al 28 Dicembre

Messaggio rivolto a tutti gli irriducibili amanti delle Moleskine ed agendine per appunti:  se fate parte di questa schiera di cultori, che amano appuntarsi con meticolosità le proprie impressioni, specialmente durante le vacanze e le visite turistiche ecco che Trip Journal può essere l’applicazione che fa per voi. Per prima cosa – che non guasta – Trip Journal è disponibile per piattaforma iOS, Android, Symbian e Samsung Bada e quindi quasi la totalità degli smartphone in commercio sono compatibili con questa applicazioni e cosa ancora più importante è che fino al 28 dicembre è scaricabile gratuitamente! Non occorre essere degli esperti per capire al primo sguardo che Trip Journal è un’applicazione di qualità, con una cura per la grafica davvero elevata, in grado di dare lezioni di design persino ad Apple. L’integrazione con le altre apps è molto buona: è possibile richiamare la funzionalità mappe, localizzare a nostra posizione, aggiungere note testuale ed eventualmente scattare una foto o girare un breve filmato. Non mancano tabelle riassuntive e statistiche relative ai propri percorsi e la possibilità di esportarli sui social network, su Google Earth o gli album online come Picasa e Facebook. Difficilmente su Appstore si trovano alternative altrettanto valide ed oggi a costo zero (in promozione) è impossibile fare di meglio. Letto su iPhoneItalia [Scritto da IL_MORUZ]

[Rumors] Una gola profonda annuncia l’uscita di un iPad da 7 pollici

Da più fonti abbiamo letto che Apple sembra intenzionata a rilasciare una versione “portatile” del suo iPad, con configurazione display da 7 pollici. Il tutto è nato da un informatore del sito cinese Shanzai.com che ha riporte notizie dall’interno di Foxconn, il principale assemblatore di prodotti Apple. L’aspetto del prodotto finito dovrebbe rassomigliare molto a quello di un iPhone 4 “over-size”. Molto probabilmente la scelta è stata dettata dall’ondata di tablet basati su Android (Galaxy Tab, Archos, Dell …) che stanno per essere rilasciati nel quarto trimestre di quest’anno e che hanno dalla loro un prezzo di ingresso sicuramente interessante ed una buona usabilità, soprattutto grazione ad un form factor che può essere tranquillamente impugnato con una mano sola. Per la retrocompatibilità noi ipotizziamo che la risoluzione schermo sia la stessa di iPad (ovviamente con maggiore densità di pixel) e prezzo di attacco sicuramente più basso: non riusciamo ad esprimerci sul fatto che sia meglio averlo con o senza connessione 3G. Letto su Tuaw.com [Scritto da IL_MORUZ]

Android – Una crescita esponenziale che può preoccupare Apple?

In questi giorni lo store di Android, denominato Marketplace ha raggiunto e superato il primo miliardo di download. Ricordiamo a tutti che Android è il sistema operativo ideato da Google e che equipaggia al momento oltre una ventina di dispositivi prodotti da HTC, Motorola, Samsung, Acer. La fervente comunità di sviluppatori sta crescendo molto rapidamente  e dal 22 ottobre 2008 (data di lancio del Google Market Place) ha prodotto più di 100.000 applicazioni, superando il traguardo del miliardo in circa 20 mesi, cosa che iPhone ha potuto festeggiare solo dopo 10 mesi dal lancio. Ma cosa fa di Android una valida alternativa ad iOS? Innanzi tutto l’ampio parco hardware, che va incontro a tutte le esigenze di spese e di estetica, una notevole road-map che negli ultimi anni ha portato diverse migliore nell’evoluzione del software ed una maggiore “elasticità mentale” nei processi di controllo delle app. Consideriamo anche che iPhone ha avuto una campagna mediatica e risonanza – specie in madrepatria USA – che possiamo ipotizzare come qualche decina di volte superiore ad Android, che è cresciuto a piccoli passi senza tanti proclami di marketing e che si è fatto forza in un mercato grazie alla soddisfazione generale dei propri utenti. Noi utenti Mac sappiamo bene che nelle nicchie ci sono i prodotti e i software migliori, quindi aspettiamoci delle belle sorprese per il futuro! [Scritto da IL_MORUZ]

Concorso Parrot – Metti alla prova le tue abilità e vinci un AR Drone!

Parrot è un’azienda francese che negli ultimi mesi ha avuto un’esposizione mediatica davvero importante, grazie alla presentazione di AR Drone, un quadricottero radiocomandato attraverso il proprio iPhone e/o iPod (ma anche con dispositivi Android). Il lancio è previsto tra il mese di Agosto e quello di Settembre e per rendere l’attesa ancora più calda (in tutti i sensi) è stato lanciato un contest che mette in palio proprio un AR Drone del valore di circa 300 Dollari. Per partecipare dobbiamo collegarci al sito, registrarsi ed effettuare tre test di abilità, che coinvolgono i nostri riflessi e padronanza del mouse. L’obiettivo è quello di rientrare nei primi mille classificati ed attendere l’esito dell’estrazione: ben 10 fortunati si porteranno a casa il premio!! E le possibilità raddoppiano dato che sono previste due classifiche, la prima per tutti che coloro che parteciperanno entro il 15 luglio e la seconda per chi si registrerà fino al 15 ottobre. La nostra speranza è che l’organizzazione sappia riconoscere chi sta usando trucchi ed altre stratagemmi per barare ed avere punteggi oltre ogni umana possibilità. Buona fortuna a tutti! [Scritto da IL_MORUZ]

Google “sperimenta” su larga scala il Kill Switch: il controllo remoto soffoca la libertà?

Tra le piattaforme concorrenti all’iPhone c’è sicuramente Android, attualmente uno dei più evoluti sistemi sul mercato e che gode dell’appoggio di un gigante come Google e su un parco hardware di tutto rispetto, dove la fanno da padrona Motorola ed HTC. In questi giorni c’è stata molta polemica sulla Rete per un gesto molto eclatante ovvero la cancellazione in remoto di alcune applicazioni. L’operazione si chiama in gergo “Kill Switch” e consente a Google di intervenire eliminando fisicamente alcune applicazioni scaricate dall’utente. La cosa può essere letta da diversi punti di vista: c’è chi grida – più o meno velatamente –  alla scandalo, ad una sorta di Grande Fratello in cui non si ha nemmeno la libertà di fare ciò che si vuole col proprio cellulare e c’è chi pensa che la chiave per l’ottimizzazione di un sistema operativo sia il controllo del codice della applicazioni che girano sulla piattaforma, per evitare che codice malevolo (come spyware, adware o cavalli di troia) si possano diffondere senza controllo. A dire il vero anche Google ha un proprio Store e tutti i programmi creati dagli utenti subiscono una verifica di conformità, più o meno severa. Per quanto ci riguarda Apple è fin troppo repressiva, che le hanno causato nel recente passato della figuracce (per non dire di peggio …) colossali come il rifiuto delle vignette satiriche di un Premio Pulitzer o il suo “trattamento preferenziale” verso i grandi editori piuttosto che gli sviluppatori indipendenti. La verità potrebbe stare nel mezzo ma anche no!! Ognuno è libero di crearsi la propria opinione a riguardo e speriamo che resti così ancora a lungo! Letto su OneApple.it [Scritto da IL_MORUZ]

Swype, la tastiera a “strascico” in avvicinamento ad iPhone?

Parecchio, ma parecchio tempo fa vi segnalavamo la nuova e rivoluzionaria tecnologia alla base di Swype, un sistema di input basato su tastiera virtuale in cui le parole vanno composte senza mai staccare il dito, scorrendo sopra le lettere nell’esatto ordine in cui vogliamo che appaino. Secondo l’agenzia di stampa Reuters – e rimbalazato da Gizmodo.com – sembra che gli sviluppatori (dopo alcune beta per la piattaforma Android) siano pronti per il grande passo e stiano sviluppando una versione ad-hoc per l’iPhone. I dubbi riguardano l’approvazione o meno da parte di Apple ma ormai ci possiamo aspettare di tutto dopo il rilascio di Opera Mini di qualche mese fa. Ciò che è certo che non potrà sostituire la tastiera predefinita di iPhone, trattandosi di un API proprietaria, a meno che Apple non stupisca tutti acquisendo la tecnologia di Swype, che ricordiamo è stata ideata dal creatore del sistema T9 tanto in voga fino a qualche anno fa su tutti i cellulari. Ai posteri l’ardua sentenza! Letto su Gizmodo.com [Scritto da IL_MORUZ]

Waze – Anche la navigazione diventa sociale! E le mappe le crei tu!

Tutti parlano di Cloud Computing, dove tanti computer in una rete svolgono processi di calcolo molto complessi e grazie alla suddivisione del lavoro riescono a raggiungere i risultati prefissati in minor tempo rispetto ad un mega-elaboratore. Questa logica può essere applicata anche al mondo della navigazione GPS, in cui sono gli stessi utenti a generare le mappe e monitorare la situazione del traffico. Ecco l’idea che sta alla base di Waze, applicazione realizzata per iPhone ed Android e che mette al centro la nostra voglia di creare un qualcosa per una comunità di utilizzatori: dopo aver installato il programma occorre registrarsi sul portale (che sarà anche il nostro riferimento per il successivo re-editing) e cominciare a guidare!!

Continua la lettura di Waze – Anche la navigazione diventa sociale! E le mappe le crei tu!

Crollo in borsa di TomTom e Garmin – Navigatore gratuito da Google in arrivo

Notizia che rimbalza da un paio di giorni su tutta la blogosfera: Google ha annunciato di aver sviluppato un proprio navigatore con indicazioni turb-by-turn e di volerlo introdurre sul mercato in concomitanza con il lancio del Motorola Droid, il primo cellulare che adotterà il nuovo sistema Android 2.0. Cosa più interessante per noi utenti Apple è che la stessa Google vuole far sbarcare il suo sistema di navigazione gratuito anche su iPhone. Come l’hanno presa i principali concorrenti del settore, come Garmin e Tom Tom? Non bene, dopo il salto vi postiamo i grafici dell’andamento dei rispettivi titoli nell’ultima settimana. Un vero collasso azionario! L’unica speranza è che Apple approvi l’applicazioni e che il rapporto di amore-odio che coinvolge la società di Mountain View e quella di Cupertino si risolva nell’interesse di noi utenti! [Scritto da IL_MORUZ]

Continua la lettura di Crollo in borsa di TomTom e Garmin – Navigatore gratuito da Google in arrivo