Archivi tag: briscola

Mazzo di carte a forma di iPhone – Per veri maniaci!

Se ogni tanto vi capita di non avere tra le mani il votro fido iPhone vi potete consolare con il mazzo di carte che riproduce la sua forma: sul retro nero compare il logo dei quattro semi delle carte da gioco francese (cuori, quadri, fiori, picche) e sul fronte sono stampate le figure e i valori tipiche del deck di carte. In vendita sul sito Meninos al prezzo di 25,00 dollari (più 8 dollari per la spedizione internazionale, che richiede fino ad un mese!) per il mazzo da 54 carte: sappiate che se volete giocare a scala quaranta o ramino ve ne servono due! Un passatempo piuttosto costoso, ma si tratta di uno di quei gadget che il vero iPhone-maniaco non può lasciarsi scappare. In alternativa potete far stampare il vostro mazzo di carte personalizzato, ma anche in questo caso la spesa non è trascurabile! Letto su iSpazio.net [Scritto da IL_MORUZ]

Wired dedica un articolo agli sviluppatori italiani di iPhone

Quando iPhone diventa un buon modo per arrotondare lo stipendio!Sul numero di questo mese di Wired Italia, la neonata rivista di tecnologia ed divulgazione, è presente un bell’articolo dedicato ai programmatori italiani che hanno riscosso maggior successo grazie alle applicazioni sviluppate per la piattaforma di iPhone. Come vi avevamo già parlato in passato, molti sviluppatori si stanno dedicando al rilascio di prodotti per iPhone, soprattutto per la semplicità degli strumenti messi a disposizione da Apple e per il ridotto investimento necessario (bastano un qualsiasi Mac e la sottoscrizione del pacchetto di sviluppo che costa 79 euro): e i risultati – anche a livello economico – sono incoraggianti come nel caso di ABContacts di Andrea Vettori o Briscola di Roberto Fraboni che hanno venduto oltre diecimila copie delle rispettive applicazioni. Per non parlare di Marco Pifferi, l’ideatore di Around Me, l’applicazione che interessa sempre di più a Google e che ha raggiunto cifre record di download. Per maggiori informazioni potete leggere l’articolo direttamente sulle pagine di Wired di Maggio. [Scritto da IL_MORUZ]

i-Doser e gli Mp3 Droganti – Quando l’informazione farebbe meglio a non pronunciarsi …

Questa settimana tutti i media si sono interessati di un fenomeno altamente preoccupante per tutte le nuove generazioni e che potrebbe portarci a due passi dall’Apocalisse … Si tratta dei fantomatici mp3 dalle pseudo qualità “droganti” conosciuti col nome di “i-doser” e che circolano nei canali del P2P. Per spiegarlo in poche parole si tratterebbe di brani audio creati apposta per provocare lo sballo negli ascoltatori, utilizzando particolari frequenze che agirebbero direttamente sul cervello degli ignari ragazzi. Per fortuna non tutti hanno creduto alla bufala annunciata da TGCom e compagnia briscola e stanno cercando di far un po’ di luce su questo argomento. Per chi vuole approfondire tutta lo “psico-dramma” all’italiana consigliamo di leggere l’ottimo intervento di Paolo Attivissimo, esperto “antibufale” informatiche. Letto su TheAppleLounge.com [Scritto da IL_MORUZ]