Archivi tag: causa

iPod.iTunes il software utile per fare il backup del vostro iPod

ImageA molti dei nostri lettori (specialmente utenti Windows) è capitato di perdere tutta la propria libreria musicale a causa di formattazioni o crash del disco rigido del proprio PC. L’unica ancora di salvezza da dove ripristinare ore e ore (a volte giorni) di musica è l’iPod, ma a causa dei sistemi di protezione è difficile riprendersi quello che con diligenza abbiamo stipato al suo interno. Ci vengono in aiuto, per risolvere questo problema, programmi come iPod.iTunes, che consente di ricopiare tutti i brani presenti all’interno dell’iPod sul vostro computer, e ricreare anche le playlist dentro iTunes. Facile da utilizzare, il programmino, realizzato dalla CrispSofties, costa 24,90 € (tutti soldi ben spesi) ed è disponibile solo per Mac. Per gli amici che utilizzano Windows, consigliamo di provare Tansee iPod Transfer, oppure iRepo, disponibile per entrambe le piattaforme.

Disponibili i giochi per l’iPod nano e l’iPod classic

giochi ipod nano, ipod classicDisponibili finalmente dopo qualche giorno dal lancio dei nuovi modelli d’iPod, i giochi compatibili. Ricordiamo ai nostri lettori, che i nuovi iPod nano e iPod classic, non sono più compatibili con i vecchi giochi per iPod video, a causa del cambiamento del sistema operativo. I nuovi giochi disponibili sono Tetris, Sudoku e Ms. Pac-Man. Il prezzo è di 4,99. disponibili solo sull‘iTunes Store.

Come ripararsi da soli l’iPod

Image Purtroppo a causa della distrazione, la gravità le alluvioni sotto forma di lavatrice, e migliaia di altri cataclismi non previsti, può succedere che il vostro iPod abbia qualche piccolo problema, e che magari il piccolo monitor LCD  o la batteria non funzionino più, quindi che fare? I centri di assistenza Apple spesso vi propongono la riparazione del vostro caro iPod che spesso supera il costo di un iPod nuovo, ma basta armarsi di pazienza e seguire i video tutorial del sito iPodhowtovideo.com per riuscire a cambiare i pezzi non funzionanti in pochi minuti. Ovviamente i pezzi per la sostituzione possono essere acquistati direttamente presso il loro store o presso uno dei tanti che vi abbiamo segnalato, tipo fastmac.com. [letto su tuaw]

Apple denunciata per la click wheels dell’iPod

Image Oramai sembra che il mondo informatico vada avanti più a colpi di carta bollata che di veri annunci che rendano la nostra vita informatica più agevole.
Dopo le cause intentate da Apple a vari siti di rumors, e bloggers vari, è la volta di Apple stessa ad essere incriminata. Prima la causa fatta da Creative per il menù di navigazione, poi la denuncia di Eminem per aver utilizzato senza permesso una sua canzone, ancora la causa Apple Corporation (quella dei Beatles) contro Apple Computer per l’entrata di Apple nel settore musicale con l’iPod e iTunes Store. Ed infinine le ultime cause per la disputa sul nome iPhone di proprietà Cisco, ed utilizzato da Apple per il suo nuovo telefono cellulare, quella contro la Lux Pro, e in ordine di tempo l’ultimissima da parte della Quantum Research Group, che ha denunciato Apple per la violazione di alcuni brevetti legati alla tecnologia di riconoscimento del tocco, ed utilizzati dalla click whell (la rotellina tanto per intenderci) che è alla base del funzionamento degli iPod.

Ovviamente noi per metterci al riparo da qualsiasi denuncia diciamo che ogni marchio citato in questo sito a solo scopo informativo, ed  è di rispettiva proprietà degli aventi diritto. Non si sa mai 🙂

iPod nano rosso da 8 GB

ipod nano rossoSi allargano le dimensioni dell’iPod nano rosso, realizzato in colalborazione con Bono degli U2 per sostenere la lotta all’Aids nei paesi africani. L’iPod nano (PRODUCT) RED, questo il nome ufficiale, adesso è anche disponibile nel formato da 8 GB al prezzo di 249 €, ed il suo acquisto contribuisce con 10 $ alla causa benefica della fondazione The Global Found. Rimane in ogni caso disponibile anche la versione da 4 Gb a 199 €. Acquistabile solo sull‘Apple Store.

Errore 1607 durante l’installazione di iTunes su windows, ecco come risolverlo

itunes, windows Apple, attenta anche ai suoi utenti Windows che utilizzano i prodotti iTunes ed iPod ha pubblicato un articolo (in inglese) su come risolvere l’errore 1607 durante l’installazione di iTunes per windows.
Sembra che il problema si manifesti principalmente durante l’installazione di iTunes su Pc con Microsoft Windows Xp service pack 2 installato, e che sia facilmente risolvibile disattivando temporaneamente l’antivirus durante l’installazione. L’errore viene visualizzato a causa di improprie impostazioni che vengono effettuate dall’utente su Windows. Se anche disttivando l’antivirus il problema non si risolvesse consultate questa pagina di supporto di Apple.

Apple denunciata per i graffi sull’iPod nano

ipod nanoE’ partita nei giorni scorsi una class action (una denuncia di massa), che coinvolge Apple a causa della troppa facilità con il quale l’iPod nano si graffierebbe. Il tutto è partito da un utente americano tale Jason Tomczak che ha iniziato la causa aperta poi anche ad altri utenti. Con questa richiesta Jason vorrebbe il rimborso delle spese di spedizione e di riparazione dell’iPod nano danneggiato. Secondo la denuncia Apple sapeva del problema dei graffi, ma ha preferito immettere sul mercato lo stessso l’iPod nano. In ogni modo va dato atto ad Apple (che non ha commentato la notizia) che aveva richiesto il ritorno di alcuni iPod nano risultati difettosi in fase di fabbricazione, ma si era trattata di una partita difettosa venduta nei primi giorni del lancio. Apple ha specificato che gli iPod nano non si graffiano di più di tanti altri iPod.

iPodSubwaysmap.com costretto a cambiare nome

ipodsubwaysmapLa scure di "mamma" matrigna Apple colpisce ancora, questa volta a farne le spese è iPodSubwaysMap.com il noto sito di mappe di metropolitane per iPod photo, che si vede costretto a cambiare il proprio nome in iSubwayMaps.com a causa degli avvocati di Apple che gli hanno intimato di cessare di utilizzare la parola iPod nel nome del sito. Ma non c’è nessuno che fa causa ad Apple per fargli cessare l’utilizzo della parola Pod?!?! 😛
Speriamo che non colpiscano anche noi…. 🙁 (fonte Tuaw)