Archivi tag: fatto

Senti come parla (male) il nuovo iPod shuffle

ipod shuffle 3gApple con il nuovo iPod shuffle ha introdotto la tecnologia VoiceOver, che trasforma l’iPod shuffle in un iPod parlante, che vi “racconta” i titoli delle canzoni che ascoltate e i titoli delle playlist. In se per se potrebbe anche essere una tecnologia interessante, se non fosse per il fatto che la voce utilizzata per riprodurre l’audio non ha niente a che fare con una voce umana, ma è la classica voce metallica prodotta dal computer, che nella maggior parte dei casi è molto fastidiosa.
Tanto per rigirare meglio il coltello nella piaga, ci si mette anche iLounge, affibbiando una bella C alla recensione del nuovo iPod shuffle 3. Continua la lettura di Senti come parla (male) il nuovo iPod shuffle

Il Manchester vince la Carling Cup grazie ad un iPod

manchester unitedIl titolo di questa notizia vi sembrerà inverosimile, anzi piuttosto inventato, ma invece si tratta di quello che è accaduto realmente nella giornata di ieri durante la finale della Carling Cup (praticamente la coppa di lega inglese). Ecco l’accaduto. La finale della coppa tra Manchester United e Tottenham Hotspure, ieri sera è finita in parità dopo i 120 minuti regolari di gioco, quindi inevitabilmente si è andati ai rigori. Durante la pausa che precede la lotteria dei rigori, il coach dei portieri dell’Manchester United (Eric Steele), ha prontamente tirato fuori il suo iPod e ha fatto vedere al portiere Ben Foster i video dei giocatori che avrebbero tirato i rigori (ovviamente mentre tiravano dei rigori).
Continua la lettura di Il Manchester vince la Carling Cup grazie ad un iPod

Parte il Festival di Sanremo 2009 – Tra polemiche e musica …

Siamo alla vigilia del più importante (ogni tanto bisogna essere pure obiettivi…) evento musicale/televisivo italiano, che da quasi sessant’anni imperversa sulla radiotelevisione pubblica e che tutti conoscono con il nome di Festival di Sanremo … Cosa c’entra questo col mondo della musica digitale e dell’iPod? Ancora poco, ma negli ultimi anni qualche passo in avanti è stato fatto, come ad esempio la distribuzione in digitale delle canzoni/compilation. Per questa edizione è stato realizzato un blog per la selezione di aspiranti talenti canori, che sono stati votati direttamente dal pubblico di internet. Che dire, aspettiamo di ascoltare i Big e le Proposte in gare in questa cinque-giorni che avrà un’attenzione mediatica eccezionale. [Scritto da IL_MORUZ]

Ciao Mike

Mike francis Un altro lutto colpisce il mondo della musica in questa settimana. Purtroppo ci ha lasciati a causa di un tumore polmonare, quello che è stato uno dei più grandi protagonisti della musica dance degli anni 80, Mike Francis. Conosciuto dal grande pubblico per brani che hanno fatto da colonna sonora a parecchie generazioni, Mike ci ha lasciato perle come Survivor, Friends (cantato da Amii Steward) e Let me in. Conosciuto un pò meno il suo recente progetto con i Mystic Diversions (Song from  the Love dance, una delle mie preferite) che abbracciava sonorità di tendenza  che hanno riscosso un meritato successo tra gli amanti di musica lounge e ambient (vedi Buddha Bar IX)

Hey survivor, don’t close your eyes … oggi il cielo ha guadagnato un altro angelo con un incredibile talento musicale.
Grazie di averci fatto danzare, innamorare e gioire con la tua musica, inutile dirlo ci mancherai.

Il ritorno dei Guns N’Roses con Chinese democracy

Il ritorno dei Guns N'Roses con Chinese democracyDopo anni di attese, smentite e conferme, ecco finalmente materializzarsi uno degli album rock più attesi della storia della musica. I Guns N’Roses (o almeno quello che ne resta) pubblicheranno infatti Chinese democarcy, che sarà disponibile alla fine del mese di novembre. Il nuovo album interamente fatto di inediti, sarà prodotto da Axl Rose e Caram Costanzo, ed è possibile in questi giorni ascoltare in radio o sul sito internet dei G’n’R il singolo d’esordio. Speriamo che questo nuovo album sia almeno qualcosa di simile a ciò che ha fatto grandi i Guns N’Roses e non un patetico tentativo commerciale di raggranellare qualche soldo sfruttando l’immagine dei Guns N’Roses.

Il cartello e l’iPhone…

iphone affossatoCartello, ma quale cartello… io non ho visto nessun cartello… forse è questo che vi sarà saltato in mente appena avete visto il titolo di quest’articolo, ma non è di segnaletica che vi vogliamo parlare, ma del presunto accordo (appunto cartello), che Tim e Vodafone hanno fatto sul prezzo di vendita dell’iPhone.
Partiamo con segnalarvi il sito iPhoneaffossato.com, partito da un idea di Melamorsicata, che giustamente ha avviato una raccolta di firme per protestare sulle tariffe “un pò altine” di Tim e Vodafone, rispetto a quello che si vede in giro per l’Europa. Se siete d’accordo con il motivo della protesta, firmate anche voi la petizione di iPhoneaffossato. Noi lo abbiamo già fatto, insieme ad altre 4.000 persone. [grazie della segnalazione a Roberto Mares]

Un altro moto di protesta, viene dal Movimento Difesa del Cittadino, che facendo le cose più concretamente, ha inviato un esposto all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, affinché verifichi eventuali comportamenti lesivi della concorrenza, dovuti al prezzo di vendita dell’iPhone.

In  mezzo a tutte queste proteste, segnaliamo un barlume di “luce”. Vodafone ha messo online da tempo, un blog, nel quale dialoga con gli utenti. Il Vodafone Lab, raccoglie i suggerimenti (ma soprattutto le proteste), insomma è un canale aperto, quindi se volete dire la vostra direttamente a Vodafone, collegatevi al sito e scrivetegli pure.

iPhone, sblocco fai da te addio?!?

iphone

Dalle notizie che giungono dalla rete, e dalle indicazioni di Apple, sembra che si dovrà dire addio allo sblocco fai da te degli iPhone. Se infatti precedentemente, gli iPhone venivano venduti nei negozi e successivamente attivati dall’utente tramite iTunes, adesso la pratica sarà quella dell’attivazione direttamente nei negozi che venderanno l’iPhone (Tim e Vodafone). Sarà quindi magari possibile sbloccare un iPhone ed usarlo con altri carrier, ma solamente dopo aver fatto un abbonamento con chi venderà l’iPhone, quindi una sensibile spesa in più. Sembra, da voci non verificate, che saranno venduti a caro prezzo anche degli iPhone già sbloccati, ma questa è un ipotesi tutta da verificare.

Virgin Music History, l storia della musica in podcast [aggiornato]

Virgin RadioSiamo sempre alla ricerca di contenuti sfiziosi da inserire all’interno del nostro iPod, e questa volta abbiamo scovato un podcast davvero interessante, realizzato dall’ottima Paola Maugeri, VJ di MTV e  speaker di Virigin Radio Italia.
Il podcast in questione tratta i momenti che hanno fatto la storia del rock, inutile stilare una lista inserendo tutti i nomi trattati, sappiate che ci sono tutti, ma veramente tutti. Il bello di questa trasmissione è che il singolo gruppo, viene trattato raccontando le grandi canzoni e i grandi album che hanno fatto veramente la storia del rock mondiale. Scaricabile gratuitamente da iTunes Store.
Nel momento in cui scriviamo c’è qualche problema a scaricare il podcast da iTunes, quindi vi consigliamo di gustarvi qualche episodio direttamente dal sito Virgin Radio.

[aggiornamento] La Redazione di Virgin Radio, cii ha comunicato di aver risolto il problema del download grazie alla nostra segnalazione, quindi è di nuovo disponibile il download da iTunes.

In arrivo le nuove magliette musicali di Music and Sons

music and sonsE’ quasi pronta la nuova collezione estiva delle magliette di Music and Sons, le magliette muscali con tasca porta mp3 e filo per gli auricolari incorporato (e quindi invisibile). I nuovi disegni basati sempre su uno stile urban musicale, sono davvero di forte impatto, e non facciamo fatica a scommettere sul fatto che ne vedremo parecchie in giro quest’estate, indossate dagli iPodder più trendy.
Guardate l’anteprima e votate la maglietta che più vi piace sul sito Music and Sons.

Flash sull’iPhone? Ad Apple (e Jobs) non piace…

Non stiamo parlando del flash per migliorare la qualità delle foto in notturna, ma del noto plug-in realizzato da Adobe e che consente di visualizzazione di tutti quei contenuti dinamici presenti sul web, come ad esempio animazioni, giochi, intro e banner interattivi. Durante l’ultimo keynote non è stato fatto il minimo accenno al supporto di questa tecnologia, davvero molto diffusa e che negli ultimi anni ha avuto anche notevoli progressi dal lato della programmazione e connessione con database: forse Apple vuole fare a meno di uno standard di fatto e puntare sul proprio SDK per lo sviluppo di applicazioni ad-hoc integrate con il sistema. [Scritto da IL_MORUZ]