Archivi tag: ios

Punto Informatico Libri – Nuova risorsa per PDF gratuiti, anche sull’iPhone

E’ stato lanciata da poco la nuova sezione del sito di Punto Informatico dedicata alla risorse informatiche (guide, tutorial, analisi) in formato pdf e scaricabili gratuitamente per uso personale. Ovviamente non potevano mancare alcuni titoli dedicati al mondo dell’iPhone e della programmazione: quello che vedete nell’immagine è un manuale di 78 pagine che introduce al mondo dello sviluppo di applicazione per piattaforma iOS (realizzato da Edizioni Master). PI Libri si popolerà presto di altre nuove risorse ma parte con il piede giusto: un solo appunto al sistema di login che su Mac crea qualche problema (solo con Google Chrome abbiamo scaricato con successo l’ebook) e non risulta molto immediato. Se siete intenzionati ad approfondire il campo della programmazione per iPhone ed iPad dovete di armarmi di tanta pazienza, voglia di imparare e qualche guida ben fatta … Partire con quelle gratuite e più semplici è caldamente consigliabile! Letto su Telefonino.net [Scritto da IL_MORUZ]

E’ davvero l’iPad il prodotto dell’anno 2010? La nostra analisi

Tutte le riviste del settore e siti d’informazione quasi unanimi a proclamare l’iPad come prodotto dell’anno che si è appena concluso. Se guardiamo le vendite sicuramente lo è, dato che i “concorrenti” sono nettamente distanziati ed arrivati in ritardo. Noi ci prendiamo la libertà di sollevare qualche obiezione: prima cosa riguarda l’innovazione che ha portato l’iPad che è pressochè nulla se lo paragoniamo all’iPhone del 2007, che stupì tutto il settore per le sue scelte “estreme” come il touchscreen multi-touch capacitivo e l’ecosistema delle apps. Molti lo hanno definito un iPod Touch gigante e per molti versi è proprio quello che è dato che a livello hardware non ci sono vere differenziazioni a suo favore (anzi, al momento manca di alcune funzione che iPod touch possiede …) e tutto è lasciato alla volontà degli sviluppatori per ottimizzare l’utilizzo dell’enorme (forse troppo) schermo da 9,7 pollici. E concludiamo con quello per cui iPad è stato pensato/creato: l’editoria. Ancora oggi qui in Italia – se escludiamo editori minori come 40k Books e BookRepublic (che si sono mostrati più reattivi dei colossi) i contenuti “originali” sono inesistenti, i quotidiani principali hanno lanciato qualche forma di abbonamento non propriamente conveniente e i fumetti stentano a decollare (e sono per la maggior parte in lingua inglese…). Anche il nostro amico Roberto Rota di Tevac.com si è espresso in questo senso, convinto che il lancio di iPad potesse dare un impulso verso la lettura ed è rimasto molto deluso da quanto è accaduto in questo 2010. E per mettere un po’ di sale sulle ferite ancora aperte arriva la notizia che il gruppo Mondadori lancerà nei primi mesi del 2011 sulla piattaforma Google Books di Android ben 1.600 libri dei suoi oltre 10.000 a catalogo. Ormai siamo abituati al “treno a due velocità” denominato Apple, che vuole il mercato statunitense avanti alcuni anni rispetto a quello europeo e purtroppo potrebbe ripetersi la scena dei film a noleggio, arrivati con estremo ritardo nel nostro Bel Paese. Per consolarci speriamo che il prodotto del 2011 sia ancora marchiato Apple. [Scritto da IL_MORUZ]

Trip Journal in offerta gratuita fino al 28 Dicembre

Messaggio rivolto a tutti gli irriducibili amanti delle Moleskine ed agendine per appunti:  se fate parte di questa schiera di cultori, che amano appuntarsi con meticolosità le proprie impressioni, specialmente durante le vacanze e le visite turistiche ecco che Trip Journal può essere l’applicazione che fa per voi. Per prima cosa – che non guasta – Trip Journal è disponibile per piattaforma iOS, Android, Symbian e Samsung Bada e quindi quasi la totalità degli smartphone in commercio sono compatibili con questa applicazioni e cosa ancora più importante è che fino al 28 dicembre è scaricabile gratuitamente! Non occorre essere degli esperti per capire al primo sguardo che Trip Journal è un’applicazione di qualità, con una cura per la grafica davvero elevata, in grado di dare lezioni di design persino ad Apple. L’integrazione con le altre apps è molto buona: è possibile richiamare la funzionalità mappe, localizzare a nostra posizione, aggiungere note testuale ed eventualmente scattare una foto o girare un breve filmato. Non mancano tabelle riassuntive e statistiche relative ai propri percorsi e la possibilità di esportarli sui social network, su Google Earth o gli album online come Picasa e Facebook. Difficilmente su Appstore si trovano alternative altrettanto valide ed oggi a costo zero (in promozione) è impossibile fare di meglio. Letto su iPhoneItalia [Scritto da IL_MORUZ]

Evento Apple il Primo Settembre – Coniglio dal cilindro o altro?

I rumors davano per molto attendibili le voci che prevedevano un evento Apple per il 7 Settembre, invece arriva la smentita ufficiale con la convocazione di tutti i siti americani del settore per mercoledì 1^ Settembre. Il toto-scommesse su cosa verrà mai annunciato e/o presentato è sempre altissimo: si parte da iTV (altro nome per indicare AppleTV) che dovrebbe adottare il sistema iOS ed essere commercializzato ad un prezzo molto basso (sotto i 100 dollari) ed offrire il noleggio delle serie TV, di sicuro questo non in Italia. Il periodo di fine-estate è statisticamente tempo di rinnovo della gamma iPod, con molto probabili aggiornamenti di iPod Touch (magari per supportare Facetime) ed iPod Nano. Altro turbamento ci viene dall’immagine scelta per promuovere l’evento: una chittara classica con l’apertura della cassa armonica a forma di mela e questo potrebbe essere un indizio per una nuova versione di iLife o qualche altro miracoloso software dedicato alla musica. Le prime notizie le avremo poco prima di cena del Primo Settembre. Letto su Engadget.com [Scritto da IL_MORUZ]

Android – Una crescita esponenziale che può preoccupare Apple?

In questi giorni lo store di Android, denominato Marketplace ha raggiunto e superato il primo miliardo di download. Ricordiamo a tutti che Android è il sistema operativo ideato da Google e che equipaggia al momento oltre una ventina di dispositivi prodotti da HTC, Motorola, Samsung, Acer. La fervente comunità di sviluppatori sta crescendo molto rapidamente  e dal 22 ottobre 2008 (data di lancio del Google Market Place) ha prodotto più di 100.000 applicazioni, superando il traguardo del miliardo in circa 20 mesi, cosa che iPhone ha potuto festeggiare solo dopo 10 mesi dal lancio. Ma cosa fa di Android una valida alternativa ad iOS? Innanzi tutto l’ampio parco hardware, che va incontro a tutte le esigenze di spese e di estetica, una notevole road-map che negli ultimi anni ha portato diverse migliore nell’evoluzione del software ed una maggiore “elasticità mentale” nei processi di controllo delle app. Consideriamo anche che iPhone ha avuto una campagna mediatica e risonanza – specie in madrepatria USA – che possiamo ipotizzare come qualche decina di volte superiore ad Android, che è cresciuto a piccoli passi senza tanti proclami di marketing e che si è fatto forza in un mercato grazie alla soddisfazione generale dei propri utenti. Noi utenti Mac sappiamo bene che nelle nicchie ci sono i prodotti e i software migliori, quindi aspettiamoci delle belle sorprese per il futuro! [Scritto da IL_MORUZ]

Gli iPod sono diventati un hobby per Apple?

Ormai non è più un impressione ma quasi un fatto che Apple abbia lasciato un po’ alla deriva lo sviluppo della storica famiglia iPod, che ha fatto conoscere l’azienda della Mela al grande pubblico nei primi anni 2000. Oggi tutta l’attenzione è rivolta ai dispositivi basati su iOS ed è sempre più difficile che un semplice lettore mp3 stupisca e sfondi il mercato. Ricordiamo – anche per chi ci segue da poco – che la gamma iPod è composta dal minuscolo Shuffle, vero peso piuma dotato di clip posteriore ed indossabile ovunque. Al momento del lancio fu criticato e/o osannato (dipende dai punti di vista) per la totale assenza di comandi fisici sulla scocca: ad oggi rimane la scelta di chi ha un budget limitato e vuole un lettore “da battaglia” per la sua resistenza (cavo delle cuffie escluso). Passiamo all’iPod Classic, …

Continua la lettura di Gli iPod sono diventati un hobby per Apple?