Archivi tag: streaming

Wired Wi-Fi – Trova ed utilizza le connessioni wireless più vicina

Gli amici di Wired, la rivista che da circa due anni ha rivoluzionato il settore dei magazini tecnologici italiani, si è battuta nel corso degli ultimi mesi per l’assegnazione del Nobel per la Pace ad Internet, come strumento portatore di idee e libertà. La loro lotta (che non ha portato ad una vittoria ma ha riscosso comunque consensi da tantissimi esponenti politici e del mondo della cultura) continua anche nel 2011 e l’obiettivo si sposta sul territorio: dopo che dal 1^ gennaio è decaduto il Decreto Pisanu è possibile tenere aperta una rete wi-fi senza obbligo di schedare i fruitori della connessione e quindi è importante conoscere dove trovare una connessione wi-fi, per svago o anche per lavoro. E’ stata lanciata su AppStore l’applicazione Wired Wi-fi libero che si propone come un database di tutti gli hotspot wifi presenti in Italia (gratuiti e a pagamento) e come da tradizione Web 2.0 sono gli utenti a segnalare nuovi hotspot, che verranno mostrati nella consueta cartina geografica di Google Maps. Il difetto più importante è che sembra richiedere una connessione internet per poter accedere ai dati (presenti su server): sarebbe stato opportuno una modalità offline  (solo via GPS) o il salvataggio in locale dell’elenco dei punti di accesso. Scaricabile gratuitamente. [Scritto da IL_MORUZ]

Radio Rai su iPhone – Ultima ma non per questo la peggiore

In questi anni sono state realizzate centinaia di applicazioni che consentono di ascoltare le radio streaming commerciali private del nostro paese, sfruttando il canale internet dato che il segnale FM viene quasi sempre riversato sul web come vero e proprio flusso. Mancava la Rai e solo pochi giorni fa è arrivata l’app ufficiale, che si distingue da tutta la concorrenza per una cura davvero buona nella realizzazione e soluzioni utili. Una volta lanciata è possibile attivare o disabilitare le notifiche push e successivamente ci viene segnalato che sotto copertura 3G è meglio verificare il proprio piano dati. Dopo questi avvertimenti si passa all’app vera e propria: è possibile scegliere di ascoltare una delle emittenti del gruppo Rai (compresi i canali della Filodiffusione, IsoRadio, GrParlamento) oppure uno dei podcast delle varie trasmissioni, scorrere le gallerie di foto e video, consultare il palinsento di Radio 1, 2 e 3. Una piccola chicca si scopre mettendo l’iPhone in orizzontale durante la riproduzione: lo schermo diventa in bianco e nero con la rappresentazione della classica “manopola” di sintonia come nelle vecchia radio analogiche. L’applicazione è disponibile gratuitamente su AppStore: non ci viene richiesto il nostro numero di abbonamento Rai ma è meglio essere in regola anche con quello! Letto su iPhoneItalia.com [Scritto da IL_MORUZ]

Vasco si dà ai concerti online: diretta streaming su iPhone

Qualche mese fa ci chiedevamo l’utilità dell’applicazione iVasco visto anche il suo costo elevato (3,99 Euro) trattandosi di una semplice app di informazione e di affiliazione per i fans del Blasco. Oggi apprendiamo che il concerto di Torino del 21 Aprile verrà trasmetto in diretta streaming proprio attraverso questa piattaforma. (non si capisce se solo via Wi-fi o anche connessione 3G). Si apre un’altra miniera d’oro per i cantanti di mezzo mondo oppure un ennesimo flop commerciale?? Staremo a vedere ma la diffusione di iPhone sembra escludere la seconda ipotesi … Letto su iPhoneItalia.com [Scritto da IL_MORUZ]

Infografica: il duro mestiere del musicista

Oggi facciamo i conti in tasca ai musicisti e al nuovo mondo delle tecnologie digitali. Il mercato dei download legali è in continuo aumento ma davvero questa forma di business rende di più agli artisti, eliminando il passaggio del supporto fisico? Lo studio (in inglese) che vi proponiamo è realizzato da InformationIsBeautiful.net, un sito che entra di diritto tra i nostri preferiti, e che analizza quanti dischi o download si devono realizzare affinchè un artista raggiunga il “salario minimo” di circa 1000 dollari/mese. I dati sono molto interessanti: mediamente un artista guadagna un 10-20% lordo del prezzo di vendita (di album o singolo che sia), che si può incrementare attraverso canali quali CDBaby e l’auto-promozione. Vita dura se si vuole vivere di rendita con i siti di streaming, che necessitano di centinaia di migliaia di richieste per poter cominciare a rendere, per modo di dire … Il grafico non tiene conto di campagne mediatiche, partnership, tour musicali ed opere di product placement che oggi sono alla base dei redditi guadagnati dalle star del music business. Vi lasciamo all’infografica, che si spiega meglio da sè !! Buona analisi! Letto su CultofMac.com [Scritto da IL_MORUZ]

Continua la lettura di Infografica: il duro mestiere del musicista

Parco della Musica di Roma – Ascolta la Web Radio

La Fondazione Parco della Musica di Roma promuove eventi musicali live di ampio respiro e permette al pubblico di accedere a spettacoli ed esibizioni a prezzi accessibili. Da qualche tempo sul sito online è possibile ascoltare la web radio ufficiale della Fondazione, che vuole coinvolgere anche il pubblico che non ha la possibilità di raggiungere fisicamente l’Auditorium con una selezione degli artisti che si sono esibiti in questi ultimi anni. Non mancano rubriche di approfondimento, anticipazioni sugli spettacoli in programma con interviste agli artisti e al pubblico. Il palisenso di ogni settimana è pubblicato sul sito, collegandosi al quale parte immediatamente la riproduzione della web radio. Per chi preferisce ascoltare tramite QuickTime o altro gestore di flussi streaming basta scaricare questo file in formato QTL. Buon ascolto! Letto su Soundsblog.it [Scritto da IL_MORUZ]

Puniz – Per ascoltare la musica online senza attesa e gratis

Puniz è un nuovo sito che si collega all’enorme database di video presenti su Youtube e permette di ascoltare le tracce audio in esso contenute. In sostanza si tratta di un portale che intercetta i flussi video del famoso sito di videosharing di Google e permette di ascoltarne solamente l’audio, senza dover attendere i caricamenti e togliendo l’eventuale “distrazione visiva”. Il suo utilizzo è migliorato dalla presenza di una versione desktop per computer Windows che vi consente di creare playlist e memorizzarle sul PC per il successivo utilizzo quando si è online. Il sito è estremamente semplice ed essenziale. Lo possiamo provare senza impegno e se ci piace anche registrarci sempre gratuitamente. Letto su Geekissimo [Scritto da IL_MORUZ]

Le sfilate di Dolce & Gabbana in diretta su iPhone

Questa settimana stanno per iniziare a Milano le sfilate femminili Autunno-Inverno dei principali stilisti italiani ed internazionali. Dolce & Gabbana hanno deciso di rendere omaggio a questa Fasion Week (si chiama così in linguaggio tecnico …) concedendo a tutti i possessori di iPhone ed iPod Touch la possibilità di visionare in diretta streaming gli eventi che si terranno nelle giornate del 25 febbraio (ore 15:00) e del 28 febbraio (ore 13:00). Per accedere basta collegarsi al sito Dolcegabbana.mobi, versione ottimizzata del portale per dispositivi mobili che vi permette anche di sfogliare l’intera collezione maschile e femminile. Letto su iFun.de [Scritto da IL_MORUZ]

10 Miliardi di canzoni – Numeri che scorrono e un premio da 10.000 dollari

Come da tradizione Apple, ogni traguardo va celebrato e pubblicizzato. iTunes Store sta per superare i dieci miliardi di brani scaricati … Un numero difficilmente realizzabile e che mostra una corsa sfrenata della musica online legale, che rosicchia sempre più spazio al mercato del file sharing. Ma che forse potrebbe anche essere un punto di svolta: sempre più spesso la musica si ascolta online, come sottofondo alle nostre attività (lavorative o ludiche) ed il possesso dei brani non è qualcosa di cui si ha la necessità, a meno di essere dei collezionisti. Si parla sempre più insistentemente di formule abbonamento e di streaming online ed Apple non si è sbottonata più di tanto (tranne per l’acquisizione di Lala Music) e questo rende tutta la questione più complicata. Il primo store di musica digitale potrebbe nuovamente imprimere una svolta al mercato oppure continuare una corsa infinita in una modalità di fruizione della musica leggermente anacronistica?? Non si sa, consoliamoci con questo concorso che premierà un fortunato con una iTunes Card da 10.000 dollari al raggiungimento del deci-miliardesimo brano. Vincere è quasi impossibile (come al SuperEnalotto), in quanto verrà premiato colui che scaricherà la canzone numero 10.000.000.000 oppure colui che avrà lo prontezza di iscriversi sul sito appena dopo lo scaricamento del brano numero 9.999.999.999. Provare non costa nulla, ma tra  i milioni di downloader di iTunes bisogna essere proprio baciati dalla Fortuna!! [Scritto da IL_MORUZ]

YouTube Music Discovery – PIù potenza alle nostre ricerche, con supporto alle playlist

Youtube negli ultimi anni è cresciuto a dismisura, facendo piazza pulita dei concorrenti, complice anche l’interessamento dei media tradizionali che parlano solamente del servizio di Google e si dimenticano totalmente delle alternative. Una cosa che non è quasi per nulla cambiata è il sistema di ricerca, che fa sentire tutti i suoi limiti. Ecco che nasce un progetto chiamato Music Discovery che si focalizza sulla ricerca di brani e video musicali caricati sul portale: basta inserire il nome dell’artista di nostro interesse e verrà elaborata una playlist di video che corrispondono al genere indicato. Si tratta di una sorta di Genius di Apple o di un Music Genome Project di Pandora: la playlist può essere modifica e salvata per un successivo “ascolto” e per ogni video saranno indicate notizie biografiche. Una bella novità, accompagnata dalla sperimentazione del servizio basato su HTML5, nuovo protocollo che evita di utilizzare la tecnologia Adobe Flash per la riproduzione dei filmati in streaming: lo abbiamo provato con qualche video e non abbiamo notato problemi evidenti, trattandosi sempre di una beta con qualche difetto di gioventù. Letto su Mambro.it [Scritto da IL_MORUZ]

Norah Jones Walmart Soundcheck – Un mini-concerto da vedere sull’iPhone

Non voglio sicuramente “rubare” una notizia al mio collega Marco, il quale si sta davvero impegnando per recensire album e canzoni a profusione, ma stavolta sono arrivato prima di lui! Walmart è una nota catena di negozi americani  e che da qualche tempo ha realizzato una lodevole iniziativa promozionale chiamata Soundcheck. Trattasi di esibizioni live di artisti di fama mondiale, registrate e messe a disposizione di tutti, gratuitamente. Sono state quindi rilasciate altrettante applicazioni per ogni “mini-concerto”, che permettono l’accesso via streaming alle stesse perfomance. L’applicazione è davvero ben studiata, il funzionamento è ineccepibile: la qualità audio/video è davvero ottima! Unico piccolo appunto: la visione via streaming è limitata al wi-fi, il che negli Stati Uniti non è propriamente un difetto ma qui nel nostro Bel Paese trovare qualche hotspot richiede un po’ di pratica. Tra gli artisti presenti segnaliamo la bellssima (in tutti i sensi) esibizione di Norah Jones, talento ormai in pieno decollo! Troviamo anche  Black Eyed Peas, HinderLady Gaga, Jonas Brothers ed altri (Alcune applicazioni sono disponibili solo nell’iTunes Store USA). [Scritto da IL_MORUZ]