Radiohead – esperimenti di flessibilità nei prezzi

Anche in campo giornalistico vale il detto “notizia vecchia fa buon brodo…” e quindi vi riproponiamo un annuncio che ha scosso il panorama dell’industria musicale da circa una settimana. I Radiohead – gruppo inglese reso celebre dagli album Ok Computer e Kid A – hanno lanciato il nuovo album “In Rainbows” solamente online sul proprio sito, permettendo a chiunque di scegliere quanto pagare per avere accesso al download digitale di tutte le dieci canzoni. E questo non si limita alla band capitanata da Thom Yorke: infatti sembra che un’altra importante band sia in rotta di collisione con la propria etichetta …

Si tratta dei Nine Inch Nails di Trent Reznor – eclittico front-man del gruppo – che ha annunciato sul sito ufficiale di aver rotto con la Interscope/Universal e di star preparando per il 2008 un importante progetto, che sarà basato su un rapporto diretto con i fans. Il tutto lascia presagire ad una distribuzione indipendente ed online. Le considerazioni potrebbero essere tante, ma ci limitamo a quelle più semplici: potrebbe trattarsi di una banale campagna pubblicitaria virale, in quanto una notizia del genere ha catturato l’attenzione della stampa specializzata. Oppure i rapporti non sempre felici tra artisti e major posso portare a rotture insanabili e che si concretizzano in progetti “autonomi” basati sul forte legame (anche economico) che unisce le band importanti ai fan di vecchia data. [Scritto da IL_MORUZ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × uno =