Archivi categoria: iPod

Buon compleanno iPod!

Buon compleanno iPod

Buon compleanno iPod! Oggi diventi “grande”, sono oramai passati 12 anni da quando sei nato in quel lontano 23 ottobre del 2001 nel campus Apple di Cupertino. Il tuo papà (putativo) Steve ti introdusse al grande pubblico con un keynote semplice ed efficace, come era d’altronde nel suo stile, sottolineando l’importanza della musica nella vita di ognuno di noi, ed andando a completare un terzetto di prodotti che aprirà la strada del successo commerciale ad Apple, iMac, iBook e iPod.

Steve ti definì ultraportatile (stiamo parlando del 2001, non dimenticatelo), certo all’inizio eri proprio bruttino, “solo” 5 GB e 10.000 canzoni, cavo firewire, quindi solo Macfriendly (e questo a noi mac user ci piaceva un sacco, non nascondiamolo), la batteria da 10 ore di autonomia, quella ghiera cliccabile centrale con 4 tasti, alla quale poi sono stati tolti i tasti (per fortuna), un menù di navigazione degno della leggendaria facilità d’uso di Apple, insomma tutte le qualità per farne uno strumento di successo che venderà milioni di esemplari nel mondo.

Oggi però, come tutte le cose vecchie, se quasi finito nel dimenticatoio, anche se sei ancora in vendita nello store di Apple, superato per fama e grandezza dai tuoi fratelli iPod touch, iPhone e iPad.

Anche io debbo ammetterlo, ti ho relegato un compito da “comprimario” dentro casa, ce ne è uno in salotto collegato allo stereo, uno nel tinello collegato ad una vecchia radio ancora con la cassetta, ed altri fanno la spola tra la camera di Lorenzo (5 anni, che ha un iPod touch prima generazione) e qualche cassetto della camera da letto, qualche volta in caso di viaggi lunghi, ti porto a fare un giro, collegandoti allo stereo della macchina. Insomma la tua era è finita (o ci manca poco), ma non per questo vogliamo dimenticarti, il tuo cuore pulsante batte ancora dentro i nostri iPhone, peccato che proprio lui, il tuo papà Steve, abbia fatto togliere l’icona a forma di iPod da quelle presenti nell’iPhone, sostituendola con una più familiare nota musicale.

Però adesso non intristiamoci pensando a queste brutte cose, ogni volta che ti prendo in mano e seleziono della musica, sono contento, penso a come poteva essere il mondo senza di te e senza Steve… per fortuna ci siete stati entrambi, e avete cambiato in meglio la nostra vita. Nella pagina interna il video integrale della presentazione dell’iPod nel 2001 a cura di Steve jobs.

Grazie e buon compleanno di nuovo iPod!

Music is Love!

Continua la lettura di Buon compleanno iPod!

Olimpiadi 2012, musica e applicazioni

Olimpiadi Londra 2012Olimpiadi 2012 in musica, la colonna sonora della cerimonia dell’inaugurazione e le app per seguire le gare con il vostro iPod touch o iPhone. 

Da qualche giorno sono iniziate le Olimpiadi 2012, la 30a edizione dell’era moderna, la cerimonia di inaugurazione è stata particolarmente bella, anche se non “spettacolare” come altre edizioni, bellissimo il momento di accensione del braciere. Sensazionale è stata indubbiamente la colonna sonora che ha scandito lo correre del tempo e dato il ritmo giusto alle emozioni. Grandi interpreti si sono susseguiti durante la cerimonia, confermano un ottimo gusto musicale da parte di chi ha organizzato il tutto, The Chemical Brothers, Artic Monkeys (con un esibizione dal vivo), Mike Oldfield, La London Symphony Orchestra con Chariots of Fire (indimenticabile colonna sonora del film Momenti di gloria), Underworld (con ben 11 brani), Pet Shop Boys, High Contrast, U2, David Bowie ed altri, tutti racchiusi nell’album Isles of wonder, disponibile in digitale per il download immediato su iTunes al prezzo di 9,99 €. Molto interessante invece, per gli appassionati del genere, l’album National Anthems, contenente tutti gli gli inni delle nazioni che hanno partecipato a quest’edizione dei giochi olimpici, interamente suonati dalla London Philharmonic Orchestra. Curiosità, il nostro inno, è sotto il nome Italy: Il Canto degli Italiani, cioè il suo vero nome, e non come inno di Mameli, come lo conosciamo in molti (me compreso). Altri brani facenti parte come brani ufficiali delle Olimpiadi, sono invece disponibili singolarmente su iTunes, come per esempio Good morning to the night di Elton John vs Pnau, Survival dei Muse e Good life dei Delphic

Per chi volesse sempre essere sempre informato sulle gare delle olimpiadi invece, sono disponibili delle applicazioni per iPhone, iPod touch e iPad, che consentono di avere a portata di mano gli orari delle gare, gli atleti, le medaglie le notizie sugli atleti della propria nazione. Decisamente completo anche il calendario delle gare con gli orari e se si tratta di qualificazioni o di gare per l’assegnazione di una medaglia. Disponibile anche un applicazione dedicata interamente al torneo olimpico di tennis. Tutto su questa pagina di iTunes Store

Un costume da iPod, iPhone o iPad per il vostro Halloween!

costume da ipod halloweenHalloween è alle porte, anzi è proprio oggi, e voi come la solito vi riducete all’ultimo momento (come il sottoscritto) per organizzarvi con il vostro costume per la festa più paurosa dell’anno! Ma niente sconforto, vi consigliamo noi come vestirvi, altrimenti che ci siamo a fare? Le amiche di SOS Look ci permettano questa divagazione non autorizzata nel loro settore di competenza, ma si tratta di un emergenza 😉

Vestitevi da iPod, quest’anno si festeggiano i 10 anni dell’iPod, quindi quale costume migliore per Halloween se non quello di un iPod? Su WikiHow trovate le istruzioni (in inglese) su come fare il vostro costume da iPod, noi vi consigliamo di mettere anche un piccolo altoparlante all’interno del costume per far sentire della musica, l’effetto stupore sarà così assicurato. Se volete invece mascherarvi da iPhone, qui trovate una galleria di foto di persone che l’hanno fatto prima di voi, molto utile per trarne inspirazione. Altro costume gettonassimo sarà quello da Angry Bird (tanto noi italiani da essere incazzati ne abbiamo di motivi), su questo sito potete prendere ispirazione per farvi da soli un costume, qui per comprarlo (magari per l’halloween prossimo), invece su Halloween express. Se invece volete stupire tutti i vostri amici ed avere il costume più sensazionale della serata, allora vi occorrono due iPad e un iPhone e FaceTime, come ha fatto questo ragazzo (guarda il video). Mi raccomando, fate molta attenzione a come assicurate gli iPad al vostro costume, la possibilità che cadano per terra in mille pezzi è molto elevata. E per ultimo che cos’è Halloween senza una zucca intagliata?? Ecco come fare. Mandateci qualche foto dei vostri costumi Apple style, le pubblicheremo volentieri 🙂

L’albero delle mele, pardon, degli iPod

albero ipodCult of Mac ha realizzato un a bellissima infografia per festeggiare degnamente i 10 anni di iPod ed avere sott’occhio tutta la genealogia degli iPod, dal primo all’ultimo arrivato. In questo modo, potrete sapere da chi discende il vostro iPod. Bravi.

Nella pagina interna l’infografia a dimensione intera.

Continua la lettura di L’albero delle mele, pardon, degli iPod

10 anni di iPod – 23 ottobre 2001 – 23 ottobre 2011

10 anni fa’ veniva presentato il primo iPod, dopo quel giorno tutto è cambiato. Quale modo migliore di festeggiare questo compleanno rivedendo il Keynote di presentazione di Steve Jobs? Ovviamente non può mancare il primo stupendo spot dell’iPod. Grazie di nuovo Steve.

Esce lunedì la biografia ufficiale di Steve Jobs [aggiornato]

steve jobs biografiaLa biografia ufficiale di Steve Jobs sarà per molti aspetti il libro dell’anno. Vuoi per la “sensazionalità” della morte di Steve pochissimi giorni fa’, vuoi perché nelle 800 pagine del libro scritto da Walter Isaacson si racconteranno i retroscena dell’informatica degli ultimi decenni e soprattutto di quell’azienda che volenti o meno ha cambiato per sempre la vostra vita, che abbiate o meno per le mani un iPod, un iPhone, iPad o Mac. Prendete per esempio il vostro rasoio elettrico o il ferro da stiro o qualsiasi oggetto dotato di una plastica trasparente colorata, ecco, quell’estetismo è stato “ispirato”, per non dire copiato dagli iMac colorati di prima generazione. L’adozione di tanti standard sono per esempio stati spinti da Apple stessa per fornire prodotti sempre migliori, tante funzionalità che trovate sui vostri computer windows che utilizzate per leggere questa news, sono stati “fotocopiati” dal Mac. Anche il contenuto dei cruscotti delle vostre automobili non è stato più lo stesso dopo l’avvento di iPod e iPhone. Insomma tutto questo lo troverete all’interno della biografia di Steve Jobs, al quale va ancora un nostro sentito ringraziamento.

Potete acquistare la biografia edita da Mondadori,  nelle librerie da lunedì 24 ottobre 2011 (probabilmente anche nei giorni precedenti) al prezzo di 20 €. Su Amazon Italia è possibile eseguire il preordine al prezzo di 17 €, mentre è disponibile il download digitale da iTunes (utilizzabile solo con iPod touch, iPhone e iPad) al prezzo di 12,99 €. 

[aggiornamento] Confermando la nostra opinione sul fatto che questo libro diventerà il libro dell’anno, su molti siti americani stanno uscendo i primi estratti da questa che sarà un importante biografia. 

Svelato finalmente la provenienza del nome Apple, durante una delle sue diete a base di frutta, Steve Jobs tornando da una fattoria, trovò che il nome Apple suonava divertente, vitale e non intimidatorio. 

Nella biografia, Steve Jobs definisce Bill Gates come come una persona senza immaginazione e che non ha inventato nulla, senza vergogna e che ha “preso” le idee degli altri (allusione al continuo copiare Apple da parte di Microsoft.

Anche Android è nelle mire di Apple, considerato da Steve come un sistema pieno di idee prese da Apple stessa. Steve dichiarò di voler fare una guerra “termonucleare” contro Android che definisce come il Grande Ladro!

Questa è solo una parte delle interessanti rivelazioni che sono contenuti nella bio di Steve Jobs, io sicuramente già da oggi inizierò la “caccia” nelle librerie di Roma. 

Steve Jobs si dimette da CEO di Apple

steve jobsQuesta mattina ero li a togliere il caffè accidentalmente caduto vicino al mio MacBook Pro, quando l’arrivo del giornale (cartaceo) ha turbato ancora di più la mattina. In prima pagina la notizia che Steve Jobs si è dimesso da CEO di Apple. Incredulo apro subito a pagina 20 e leggo velocemente, sembra incredibile che questo momento sia arrivato. Francamente un po’ scettico, navigo rapidamente i siti Apple di riferimento statunitensi, ed ecco la conferma, pochi minuti dopo (alle 11.06) un un “tempismo” eccezionale arriva la mail di Apple Italia che annuncia la notizia. Insomma una mattinata che rimarrà nella storia di noi Apple maniaci, per un epocale cambiamento che ci porterà verso un nuovo futuro e speriamo altrettanto roseo. I nostri migliori auguri a  Steve per la sua vita e la sua salute.

Le considerazioni fatte a mente fredda (si fa’ per dire, visto il caldo che c’è in questi giorni), potrebbero far pensare ad una imminente fine di Apple, ma francamente io personalmente non sono di quest’idea. 

Apple è arrivata d un livello tale dove è in grado di camminare da sola anche senza Steve, visto che si è circondata di persona capaci e brillanti che l’hanno portata al successo di questi ultimi anni. iPod, iPhone, iPad, senza dimenticarsi degli iMac e dei portatili, fanno di Apple, una delle aziende più innovative di sempre e Steve non può essere da solo stato il fautore solitario di questa rivoluzione informatica, ma sicuramente lo hanno aiutato un manipolo di uomini di grandi idee e intuizioni. Indubbiamente un ottimo comandante è essenziale per fare le scelte giuste, ma Steve sicuramente venderà molto cara la sua pelle alla malattia che lo sta’ lentamente consumando. Da Apple user da 17 anni, sono sicuramente molto affezionato alla figura di Steve, ho costruito la mia vita (non solo lavorativa) intorno ad Apple e se non ci fosse stato lui, forse oggi sarei un triste impiegato in qualche ufficio a manovrare scartoffie davanti ad un pc con windows…

dai Steve, non mollare e soprattutto non ci mollare, abbiamo ancora bisogno della tua magia 🙂

iPod sul viale del tramonto…

TramontoL’iPod si avvia verso il viale del tramonto. Non voglio fare il pessimista o il catastrofista, ma è oramai inevitabile che il fenomeno iPod sia destinato a scomparire da qui a breve, a meno di qualche suo rivoluzionario impiego o nuova funzionalità. Ho iniziato ad avere quest’impressione oramai da qualche quarto fiscale pubblicato da Apple, dando una sbirciata ai dati di vendita relativi agli iPod. Nell’ultimo quarto fiscale, concluso il 25 giugno, Apple ha segnato un calo del 20% di unità rispetto al trimestre precedente. Indubbiamente le unità vendute sono ancora di tutto rispetto, 7,54 milioni di iPod, non sono di certo pochi, soprattutto se venduti in tre mesi, 2,5 milioni di iPod al mese, praticamente 83.778 al giorno, immagino che qualsiasi azienda ci metterebbe la firma a fare una mole tale di vendite. Ma Apple no, oramai il suo business principale si è focalizzato su iPhone e iPad, e come dargli torto, visti i volumi delle vendite che da soli questi due device generano, insieme all’iTunes Store di musica e applicazioni. Dovremo rassegnarci a vedere ridotta la gamma degli iPod ad un solo modello? Visto che l’iPod touch, in realtà è molto più simile ad un iPhone (di cui condivide anche il sistema operativo) che ad un iPod, quindi resisterà solo l’iPod nano? L’unico nella gamma degli iPod ad aver avuto un aggiornamento di recente. Quindi Apple si appresta a lasciare a piedi l’icona che gli ha dato il successo a livello planetario dal 2001 non del suo lancio?

Speriamo di no. Voi cosa ne pensate? Lasciateci un commento.

In Toscana con iPhoto, iMovie e Fotografia digitale

È ora di una bella vacanza Fa caldo, uh se fa caldo! Provate allora ad immaginarvi al fresco dei colli toscani, inebriati dagli odori della campagna e, magari, a bordo piscina. Aggiungete una bella serata sotto la pergola, i grilli che cantano e una gustosa cenetta con i genuini sapori della cucina toscana. Non dimenticate un bicchiere di ottimo vino, di quello contadino proveniente dalle vigne a due passi dal casale dove siete ospiti e poi, belli satolli, una passeggiata a vedere le stelle. Le stelle, già: da quanto tempo non vedete un cielo pieno di stelle?

Non lasciare i tuoi ricordi chiusi in una scatola Adesso – e scusate se disturbo i vostri sogni vacanzieri – immaginate un corso su iPhoto e iMovie. Lezioni semplici e divertenti per imparare a organizzare finalmente la libreria di iPhoto, spedire le foto agli amici e pubblicarle su Facebook, o riuscire una buona volta a realizzare e montare i vostri video con risultati professionali. La sessione del corso dedicata alla fotografia digitale, poi, vi farà diventare veri maghi dell’obiettivo!

Un weekend delizioso Ora unite il gusto della vacanza sui colli toscani al corso su iPhoto e iMovie e il gioco è fatto! Un esperto Apple Specialist, un Maestro della fotografia, una coppia di squisiti padroni di casa, un’ottima cuoca e due teneri pastori maremmani vi aspettano tra le verdi colline dell’Atelier Cetona per offrirvi un weekend all’insegna dell’enjoy learning! Imparare a usare meglio il vostro Mac non sarà mai stato così semplice e divertente.

Gli organizzatori declinano ogni responsabilità in caso di aumento di peso dopo il weekend 😉

La prossima data del corso è prevista per il weekend del 2 e 3 luglio.

Il costo di partecipazione del corso è di 280 € e comprende l’alloggio per la notte di sabato ed i pasti di sabato (pranzo e cena) e di domenica (colazione e pranzo).

maggiori informazioni su www.maconly.it

[i]PodMania.it sito Declunearizzato

Sito denuclearizzato

Noi di iPodMania.it siamo contro il nucleare. Capisco che non siamo un sito che si occupa di politica e magari questa nostra presa di posizione possa dare fastidio a qualcuno. Bè se vi dà fastidio chissenefrega, andate su un altro sito, noi la pensiamo in questo modo. Non vogliamo l’energia nucleare dentro casa nostra, vogliamo un maggior impegno nel sostenere le energie rinnovabili.

Da sitodeclunearizzato.eu Dire no al nucleare è anche un modo per dire sì alle fonti energetiche rinnovabili, all’energia pulita. E’ utile sapere che il governo Berlusconi ha deciso per un ritorno del nucleare, con l’obiettivo dichiarato di produrre il 25% dell’energia elettrica dall’atomo. Se l’Italia decidesse di puntare sul nucleare, causa le ingentissime risorse necessarie per sostenere questa avventura, abbandonerebbe qualsiasi investimento per lo sviluppo delle rinnovabili e per il miglioramento dell’efficienza, che sono invece le soluzioni più immediate ed efficaci per recuperare i ritardi rispetto agli accordi internazionali sulla lotta ai cambiamenti climatici, e rinuncerebbe alla costruzione di quel sistema imprenditoriale innovativo e diffuso in grado di competere sul mercato globale, che ad esempio in Germania occupa ormai 250.000 lavoratori. Anche denuclearizzare il web è importante, per cercare di far passare il messaggio della dannosità del nucleare e della sua inutilità per il raggiungimento degli obiettivi di contenimento delle emissioni di gas serra.

Se volete potete anche scaricare l’applicazione per iPhone che vi aiuterà a scoprire le bugie del nucleare!

Vi ricordo che oltre al referendum contro il nucleare c’è quello per l’acqua pubblica e quello per il legittimo impedimento e si vota il 12 e 13 giugno.

Noi voteremo si a tutti e tre i referendum. Tu fai come ti pare (ti suggeriamo di votare si), ma non perdere l’occasione di esercitare il tuo potere di cittadino. Ci sono milioni di persone nel mondo che non hanno ancora questo diritto.