J-AX – Deca Dance [recensione]

C’erano una volta gli Articolo31…adesso c’è tutt’altro.
J-Ax ha, nel bene o nel male, accompagnato la scena musicale italiana dalla nascita del rap ad oggi, prima con gli Articolo31 e poi da solista, con una brillante carriera da cantante Pop. Uno dei più innovativi, infattinei suoi album c’è cantautorato, rap, rock’n’roll, pop da radio, reggae e chissà quant’altro…e tutto scritto, suonato e prodotto benissimo.
“Deca Dance” è il secondo capitolo di un progetto più ampio, iniziato con il best seller “Rap N’ Roll”, volto ad offrire al pubblico lo stesso prezzo sia in download che su supporto fisico: lo stesso J-Ax, lo ha dichiarato: “È, oltre che il mio ultimo disco della decade, un disco Dance che costa un deca, e ha 10 canzoni…quindi un euro a canzone”.
Le 10 canzoni di “Deca Dance”, hanno come comune denominatore il passato, rivendicato in tutto il disco, ma soprattutto dalle prime 2 tracce: “Vecchia Scuola” (in duetto con il “Capo Della Banda” del rap italiano Jovanotti) e la title-track “Deca Dance”, vero e proprio revival di icone degli anni ’80 e ’90, da Lino Banfi a Mauro Repetto degli 883. 
Il disco si fa ascoltare senza punti morti, ma con attenzione, per comprendere le sfumature delle rime e delle strofe, che spesso sono spunto di riflessione (come “Immorale”, che tratta delle cose fatte da tutti ma considerate immorali, oppure “Il commercialista”, sulla condizione degli artisti nell’era del File Sharing), passando attraverso ritornelli che è impossibile non ricordare anche dopo il primo ascolto e collaborazioni importanti come quella già citata con Lorenzo Cherubini oltre che con Marracash, Grido dei Gemelli DiVersi e Pino Daniele, nel secondo singolo “Anni Amari”, attualmente in rotazione in radio e tv musicali, in cui Ax analizza i pro e i contro della vita da postar con liriche amare e un mood notturno che immerge l’ascoltatore fino al collo nell’atmosfera del pezzo. Altro brano degno di nota è “I Love Paranoia” in cui l’artista descrive le leggende metropolitane più celebri della nostra storia, dalla fine del mondo nel 2012 fino alla presunta morte di Paul McCartney.
Quella di J-Ax è musica molto personale, basata sui suoi gusti ma ottenuta grazie ad un lavoro di squadra, con la band denominata “Accademia delle teste dure”, capace di un mix di tecniche sonore che in Italia nessuno immaginerebbe mai di sfruttare: chitarre processata al computer, batteria elettronica mixata con ritmi elettronici, con l’aggiunta del più classico turntablism, per ottenere in risultato un suono inedito, che rende impossibile smettere di muovere il collo a tempo e che dà ancora più potenza ai ritornelli da urlare a squarciagola (molto Rock’N’Roll) e alle rime di Ax che fanno pensare, arrabbiare, sorridere e divertire
L’album è disponibile in tutti i negozi a €9.90 o su iTunes a €8.90 con un remix del singolo “Deca Dance” come Bonus Track, ed è da poco uscito un cofanetto natalizio (dal geniale titolo “Le Mie Palle Di Natale”) contenente questo album, “Rap N’ Roll” e il Dvd “Un Anno Come Io Comanda” al prezzo speciale di €21.
J-Ax in questo disco dimostra (seppur in misura minore rispetto all’inarrivato album precedente) tutto il suo talento, ma con il valore aggiunto di uno sguardo al passato, mischiato al presente e a ciò che vuole diventare, o meglio che vuole continuare ad essere in futuro…null’altro che se stesso e il genere che ha coniato per sé.
E, per citare una sua canzone di qualche tempo fa, “Questo è Rap N’ Roll, e ci piace”. [scritto da Mm]
J-AX
DECA DANCE
2009, Best Sound
★★★☆
download da iTunes 
TRACKLIST:
#01 Vecchia Scuola / featuring Jovanotti
#02 Deca Dance
#03 Il Commercialista / featuring Marracash
#04 I Bei Tempi
#05 Come un sasso
#06 I Love Paranoia
#07 Immorale
#08 Come Willy L’orbo / featuring Grido
#09 Anni Amari / featuring Pino Daniele
#10 Vendesi Idolo
iTunes Bonus Track
#11 Deca Dance (Don Joe Remix)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + quattro =