iPhone

Apple introduce le applicazioni di terze parti per iPhone e iPod Touch [Aggiornato]

iPhoneApple è pronta a rilasciare le applicazioni di terze parti per l’iPhone e iPod touch, a partire dal mese di Febbraio. Per fare ciò, verrà presto distribuito il Software Development Kit (kit di sviluppo e creazione applicazioni), che consentirà agli sviluppatori indipendenti di dare sfogo alla propria creatività.
Apple vuole aspettare a Febbraio per fare in modo che le applicazioni siano sviluppate al meglio, e per garantire sicurezza e stabilità al firmware dell’ iPhone.
Questo "grande passo", sicuramente metterà a tacere le numerose critiche al telefono della "mela". Per chi volesse, sul sito Apple e nella nostra pagina interna, è disponibile la lettera ufficiale scritta da Jobs per annunciare la disponibilità delle App.Dopo la lettera ufficiale è disponibile anche la traduzione in italiano offerta da nezmar.com.[Scritto da loripod]

October 17, 2007

Third Party Applications on the iPhone

Let me just say it: We want native third party applications on the iPhone, and we plan to have an SDK in developers’ hands in February. We are excited about creating a vibrant third party developer community around the iPhone and enabling hundreds of new applications for our users. With our revolutionary multi-touch interface, powerful hardware and advanced software architecture, we believe we have created the best mobile platform ever for developers.

It will take until February to release an SDK because we’re trying to do two diametrically opposed things at once—provide an advanced and open platform to developers while at the same time protect iPhone users from viruses, malware, privacy attacks, etc. This is no easy task. Some claim that viruses and malware are not a problem on mobile phones—this is simply not true. There have been serious viruses on other mobile phones already, including some that silently spread from phone to phone over the cell network. As our phones become more powerful, these malicious programs will become more dangerous. And since the iPhone is the most advanced phone ever, it will be a highly visible target.

Some companies are already taking action. Nokia, for example, is not allowing any applications to be loaded onto some of their newest phones unless they have a digital signature that can be traced back to a known developer. While this makes such a phone less than “totally open,” we believe it is a step in the right direction. We are working on an advanced system which will offer developers broad access to natively program the iPhone’s amazing software platform while at the same time protecting users from malicious programs.

We think a few months of patience now will be rewarded by many years of great third party applications running on safe and reliable iPhones.

Steve

P.S.: The SDK will also allow developers to create applications for iPod touch.


Applicativi di terzi sull’iPhone

Ho una cosa da dirvi: vogliamo applicativi nativi di terzi sull’iPhone e abbiamo in progetto di far avere agli sviluppatori un SDK (kit di sviluppo software) in febbraio. Siamo entusiasti all’idea di creare una comunità viva (?) di sviluppatori terzi attorno all’iPhone ed abilitare centinaia di nuovi applicativi per i nostri utenti.

Con la nostra rivoluzionaria interfaccia multi-touch, hardware potente e architettura software avanzata, riteniamo di aver creato la migliore piattaforma mobile di sempre per gli sviluppatori.

Ci vorrà fino a febbraio per rilasciare un SDK perché stiamo cercando di fare contemporaneamente due cose diametralmente opposte: fornire una piattaforma avanzata ed aperta agli sviluppatori ed allo stesso tempo proteggere gli utenti di iPhone da virus, malware, attacchi alla privacy, ecc. Non è un compito facile. C’è chi afferma che i virus ed il malware non costituiscono un problema sui telefoni cellulari, cosa che semplicemente non corrisponde a verità. Ci sono stati diversi virus gravi sui cellulari tra cui alcuni che si sono diffusi in maniera silenziosa da telefono a telefono attraverso la rete cellulare. Con la crescente complessità dei nostri telefoni questi programmi malevoli diventano sempre più pericolosi. E visto che l’iPhone è il telefono più avanzato in circolazione, sarà un bersaglio molto visibile.

Alcune aziende si stanno già muovendo. Nokia, ad esempio, su alcuni dei suoi telefoni più recenti, non permette di caricare alcun applicativo a meno che abbia una firma digitale che riconduca a uno sviluppatore noto. Anche se questo rende quei telefoni meno che “totalmente aperti”, riteniamo che sia un passo nella direzione giusta. Siamo al lavoro su un sistema avanzato che offrirà agli sviluppatori un ampio accesso per programmare nativamente la spettacolare piattaforma software dell’iPhone ma al tempo stesso protegga gli utenti da programmi malevoli.

Pensiamo che un paio di mesi di pazienza adesso verranno ricompensati da molti anni di grandi applicativi di terzi funzionanti su iPhone sicuri ed affidabili.

Steve

P.S.: Il SDK permetterà agli sviluppatori di creare applicativi anche per l’iPod touch.

È possibile che alcune parole siano sbagliate, quindi se c’è qualcosa di sbagliato non esitate a commentare.[Scritto da loripod]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette − due =